Il mercato della pubblicità digitale in Italia raggiungerà il 26% del mercato pubblicitario complessivo, con oltre 2 miliardi di € di investimenti nel 2015: il video sarà uno dei suoi segmenti più importanti

Il sondaggio annuale di Nielsen (via InTime Blog) riporta dati interessanti sullo stato della pubblicità online in Italia: nel 2015 il mercato italiano della pubblicità online raggiungerà € 2 miliardi con un incremento del 8,4%. La quota digitale di tutto il mercato adv raggiungerà il 26,5%, con video e social media in aumento, mentre la ricerca e la visualizzazione lentamente diminuire.

video-advertising-italy

Diamo uno sguardo più da vicino alla quota di mercato della pubblicità digitale: anche se i 2/3 del mercato sono divisi tra la ricerca (parole chiave sponsorizzati sui motori di ricerca) e display (principalmente banner), questi due segmenti hanno registrato una lieve flessione: -1 % e -2% rispettivamente. D’altro canto, il video, con un aumento dell’1% arriverà al 17%, e la pubblicità sui social media, con un aumento del 3% si prenderà una quota dell’11%.

 

video-advertising-italy-market-share

 

Questi dati sono sicuramente influenzati dal comportamento degli utenti: gli italiani dedicano una media di 2 ore al mese a consumo di video (Audiweb, marzo 2015), consentendo loro di diventare un veicolo chiave per la distribuzione di contenuti, sia editoriale che pubblicitaria. Questo sta influenzando lo sviluppo di nuovi modelli di business basati sulle vendite di contenuti a pagamento e pubblicità.

Infine, come confermato dagli esperti dell’Osservatorio New Media & Nuova internet, i ricavi relativi ai video pubblicitari, stanno dimostrando che la crescita potenziale è strettamente legata ai vantaggi di questo mezzo di pubblicità, la sua capacità di soddisfare le esigenze di branding e la visibilità di investitori, e ottenere un reach incrementale che superi la TV ma ad un costo più contenuto.