Le news hi-tech della settimana a cura di Neomobile

695

Scopri le notizie più importanti dal mondo della tecnologia a cura di Neomobile

 

Facebook vola grazie alla pubblicità su smartphone e tablet

Facebook continua a stupire. I conti del secondo trimestre dell’anno hanno battuto le attese del mercato grazie all’aumento delle vendite di pubblicità su dispositivi mobile, il settore che in questo momento più di tutti gli altri riesce a condizionare il successo dei grandi colossi tecnologici.Proprio le inserzioni su smartphone e tablet hanno rappresentato il 62% dei ricavi da pubblicità, in crescita rispetto al 59% del primo trimestre del 2014 e al 41% di un anno fa. In questo modo il gruppo di Menlo Park guadagna terreno su Google che resta comunque il gigante del settore: secondo eMarketer Facebook nel 2014 controllerà il 18,4% del giro d’affari delle inserzioni mobile, mentre Mountain View nei prossimi due anni dovrebbe cedere un 10% passando dal 50% al 40%.

Fonte: http://video.ilsole24ore.com/TMNews/2014/20140724_video_12532273/00023206-facebook-vola-grazie-alla-pubblicit-su-smartphone-e-tablet.php

[Tweet “Facebook vola grazie alla pubblicità su smartphone e tablet”]

Mobile Commerce da record, trainato dall’Email Marketing

L’e-commerce attraverso dispositivi mobili raggiunge un nuovo record. Secondo le stime, a fine 2014 il volume di affari toccherà 50 miliardi di dollari, 8 in più del 2013. Oltre 1/3 delle visite ai negozi online ora provengono da dispositivi mobili (compresi i tablet), e che Apple rappresenta per ora il principale attore di questo trend, almeno negli Stati Uniti.

Le stime si basano sui dati del rapporto “E-Commerce Pulse” di Custora che interessa oltre 100 retailer online e 70 milioni di consumatori USA. Il balzo in avanti del M-commerce è dunque impressionante, spiega Kyle Shepherd di Custora.
“Negli ultimi quattro anni, questo mercato è cresciuto di 19 volte: da 2,2 miliardi dollari nel 2010 a 42,8 miliardi di dollari nel 2013, il che rappresenta una crescita in termini percentuali del 1875%”. La supremazia mobile di Apple è chiara, ma è messa in discussione soprattutto da Samsung e, più recentemente, da Amazon“, scrive Shepherd.

Un altro aspetto interessante, rilevato da Custora, è costituito dal ruolo dell’Email Marketing come fattore che spinge il Mobile Commerce, più dei social media. Le persone rispondono alle sollecitazioni di questa attività (26,7%) e quelle che direttamente si collegano ai siti di e-commerce rappresentano, infatti, la più alta percentuale di acquisti da telefoni cellulari mentre i social media sono in grado di veicolare una percentuale irrisoroa dello 0,6%.

Fonte: Articolo di Carlo Lavalle http://blog.pmi.it/24/07/2014/mobile-commerce-record-trainato-dallemail-marketing/

[Tweet “Mobile Commerce da record, trainato dall’Email Marketing”]

 

L’Italia del business passa da smartphone, ebook e la spesa tecnologica più alta d’Europa

Lo smartphone non è solo uno strumento di piacere e intrattenimento per gli italiani. Gli utenti nostrani sono fra i consumatori europei più attratti dall’elettronica di consumo, smartphone, tablet e PC, e rappresentano la quota maggiore per spesa singola: 559 euro sono stati spesi in media da ogni persona nei primi tre mesi del 2014.

Lo ha rivelato lo studio Samsung Technonomic Index, condotto tramite questionario online tra il 14 e il 28 aprile 2014 da Ipsos Mori e commissionato dallo European Samsung Lifestyle Research Lab. L’analisi ha coinvolto 5.000 persone tra i 18 e i 65 anni in cinque Paesi europei (Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna).

Cos’è stato evidenziato da questa indagine di mercato? Secondo i risultati, il mercato dell’elettronica di consumo in Italia può contare su una maggiore propensione all’acquisto di dispositivi hi-tech rispetto a quella registrata mediamente in Europa, come anticipato. Un dato nettamente superiore a quanto emerso in Spagna (360 euro), Germania (323 euro), Gran Bretagna (274 euro) e Francia (223 euro).
Più di un terzo degli italiani (35%), inoltre, decide di comprare nuovi dispositivi tecnologici di tipo mobile – smartphone, tablet o PC – con l’obiettivo di utilizzarli a scopo professionale, confermando il trend crescente del Bring Your Own Device (BYOD) sull’onda della sempre maggiore mobilità che caratterizza le professioni di oggi.

Fonte: http://it.ibtimes.com/articles/68823/20140725/samsung-indagine-uso-smartphone-tablet-italia.htm

[Tweet “L’Italia del business passa da smartphone, ebook e la spesa tecnologica più alta d’Europa”]