Il mobile payment in Spagna

1512

Qual’è la situazione attuale del mercato dei pagamenti mobile in Spagna?

Secondo Gartner, nel 2017 più di 450 milioni di telefonini in tutto il mondo realizzeranno pagamenti online tramite mobile. Così, si stima che in quello stesso anno il mobile commerce sarà in grado di generare circa 500,000 milioni di euro di entrate.

Nonostante queste allettanti prospettive e l’arrivo di innovativi sistemi di pagamento mobile  come Onebip, il mercato del mobile payment in Spagna è ancora acerbo. Ecco perché aziende come Neomobile sono pronte a diventare leader nel settore iberico.

Sebbene vi sia un’alta penetrazione di smartphones nel mercato spagnolo (il 66%), i pagamenti tramite dispositivi mobili non hanno ancora sviluppato a pieno il loro potenziale. Infatti, alcune delle tecnologie correlate non sono adeguatamente supportate dalla necessaria tecnologia. Per esempio, le Near Field Communications (NFC), attivate più di un anno fa e lanciate in loco dall’azienda iZettle, hanno trovato difficoltà ad emergere perché solo il 2% dei business aveva le possibilità di integrarle.

Ciò non vuol dire che il paese è destinato ad un lento sviluppo tecnologico, perchè ad esempio l’anno 2014 è partito con le giuste premesse in quanto numerose banche e compagnie di telefonia mobile si sono attivate per promuovere maggiormente i pagamenti tramite cellulare. A questo proposito, il report della AFI & Tecnocom’s sui trend del mobile payment più diffusi in Spagna e America Latina ha sottolineato quanto i rapporti tra banche e aziende di telecomunicazioni (come il progetto di fusione tra La Caixa, Movistar, Orange, e Vodafone) rappresentino un trend in crescita che porterà sicuramente allo sviluppo del settore nel territorio.

In più, c’è un altro trend in ascesa nel mobile payment: secondo i recenti studi della Forrester Consulting, il 13% dei possessori di un telefonino in Spagna dichiara di utilizzarlo per fare acquisti. Su questa scia si pone anche il report di Pentheus, che comunica che il 23% delle piccole e medie imprese spagnole prevede una crescita dei pagamenti tramite mobile nei prossimi sei mesi.

A valle di ciò, è chiaro che lo sviluppo dei pagamenti su mobile in Spagna necessita di un corposo investimento in termini di infrastruttura tecnologica. Ciononostante, se si considera la forte penetrazione degli smartphones nel mercato, il numero crescente di parterships tra banche e aziende di telefonia, oltre all’interesse dimostrato dalle piccole e medie imprese nell’adottare nuove soluzioni di pagamento, è evidente che il futuro del mobile payment in Spagna si presenti più che roseo.