Le news hi-tech della settimana a cura di Neomobile

944

Scopri le notizie più importanti dal mondo della tecnologia a cura di Neomobile

 

Smartphone, nel 2018 ne saranno venduti 2 miliardi

Un miliardo di smartphone e tablet entro tre anni avranno la connessione ultraveloce a Internet. Lo prevede la società di ricerca Juniper Research, secondo cui la tecnologia che consente l’alta velocità dei collegamenti, l’Lte, è pronta al decollo. Stando agli analisti, le connessioni Lte attive nel mondo raggiungeranno il traguardo del miliardo entro il 2017. Nel 2019 arriveranno a 1,8 miliardi, rappresentando oltre un quinto (22%) di tutte le connessioni a internet tramite scheda Sim. A trainare saranno la Cina, il Giappone e l’India.

Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tlc/2014/07/18/internet-ultraveloce-su-un-miliardo-di-telefonini-nel-2017_ed2d6179-5524-4075-92c4-82f3fefaba8e.html

[Tweet “Smartphone, nel 2018 ne saranno venduti 2 miliardi via #ANSA”]

L’App Store compie sei anni e 75 miliardi di download

al lancio dell’App Store, l’11 luglio 2008, ci sono voluti nove mesi per raggiungere la soglia del miliardo di app scaricate, mentre i 10 miliardi sono stati toccati il 22 gennaio 2011; la media attuale è di oltre 100 milioni di app al giorno. Per avere un metro di paragone, lo store musicale, lanciato il 28 aprile 2003, ha finora totalizzato più di 25 miliardi di brani venduti. Così, anche se iTunes è diventato il più grande negozio di musica del pianeta, sui dispositivi iOS ci sono più app che canzoni (legali, almeno). Cupertino ne ha fatto un business redditizio anche per gli sviluppatori, cui finora ha pagato quasi oltre dieci milioni di dollari. Oggi le app disponibili nel negozio Apple sono circa 1,2 milioni e sul modello dell’ecosistema per iOS sono nati store per apparecchi Android e Windows Phone, per le tv, come pure per orologi intelligenti, fotocamere ed elettrodomestici.

Si calcola che in media un’app sia scaricata 62.500 volte: ma il 30 per cento degli incassi va ad Apple, quindi la maggior parte degli sviluppatori in realtà non riesce a vivere del proprio lavoro; per questo nascono e si sviluppano produttori impegnati su più progetti contemporaneamente, mentre sono sempre più rari gli esempi di successi nati quasi per caso (l’ultimo, forse, è Flappy Birds). Molte app addirittura non sono mai state scaricate: eppure degli sviluppatori Apple ha bisogno, perché senza le app anche il più intelligente degli smartphone o dei tablet non è così smart.

Fonte: articolo di Bruno Ruffilli http://www.lastampa.it/2014/07/12/tecnologia/lapp-store-compie-sei-anni-e-miliardi-di-download-54mKr536sCnpTXqadyFtII/pagina.html [Tweet “L’App Store compie sei anni e 75 miliardi di download”]

Pompei: da Consiglio Nazionale delle Ricerche app per smartphone e tab per visitare scavi

Un’app per smartphone e tablet per visitare virtualmente l’area archeologica di Pompei. E’ il contributo offerto dal Consiglio Nazionale delle Ricerche al Grande progetto e presentato durante l’incontro che ha portato alla firma del Piano d’azione. Il tour virtuale e’ un esperimento gia’ avviato per il sito di Siracusa con l’obiettivo di incrementare l’affluenza dei visitatori e fornire loro ulteriori notizie sui processi di restauro. Una sfida alla quale il Cnr offre il proprio contributo attraverso l’applicazione della ricerca alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Fonte: http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/pompei_da_cnr_app_per_smartphone_e_tab_per_visitare_scavi-201407171713-eco-rt10129 [Tweet “Pompei: da Consiglio Nazionale delle Ricerche app per smartphone e tab per visitare scavi”]